Area riservata
Newsletter
Registra la tua e-mail per essere aggiornato sugli spettacoli
Ultimi commenti

Ercolano illuminata visite guidate notturne negli scavi

di Tiziana Cozzi

Quando, nel luglio di otto anni fa, David Woodley Packard, figlio di Dave co-fondatore del gigante informatico Hewlett-Packard, visitò Ercolano, rimase così sorpreso dalla bellezza dei tesori di quest´antica città romana che scelse di adottarla. Da allora Herculaneum, gioiello dell´archeologia che aspetta di essere dissepolto nei suoi 20 ettari complessivi (al momento ne sono visitabili 4,5) gode della protezione del colosso Usa, che sponsorizza restauri. Un mecenate d´eccezione che continua a perseguire una meta ambiziosa: far riemergere Villa dei Papiri (le cui fondamenta sono parzialmente invase dalle acque) che resta sepolta sotto 25 metri di terra fangosa divenuta oramai granitica roccia dopo l´eruzione del 79 d. C.

Nell´attesa di un evento auspicato da secoli, da oggi e fino alla metà di settembre l´antica Herculaneum offrirà un altro prodigio, mostrandosi di notte ai visitatori. Per la prima volta, allineandosi alla tendenza delle visite nei luoghi d´arte, anche Ercolano aprirà decumani e cardini alle luci serali. Lampade e fari illumineranno i percorsi fuori orario. La casa di Aristide (primo edificio posto sul cardo verso il mare, dove i borboni scavavano cunicoli per sottrarre gli arredi della vicina Villa dei Papiri), la Casa d´Argo, quella dello Scheletro, il thermopolium, le Terme maschili e femminili (con i mosaici in tema marino).

Poi i fasci di luce raggiungeranno la Sede degli Augustali, il foro degli addetti al culto dell´imperatore Augusto, passeranno per la Casa e la bottega di Nettuno e Anfitrite e quella del Bel Cortile, per giungere alla Casa dei Cervi, con il criptoportico, il pavimento a mosaico bianco, le pareti affrescate, il giardino dove furono ritrovate le statue in marmo di cervi assaliti dai cani e la terrazza panoramica sul mare. Poi il percorso proseguirà, in compagnia di luci e ombre, fino all´ingresso della Palestra e alla Terrazza di Marco Nonio Balbo, nell´area a Sud della città. In futuro le luci arriveranno anche alla Casa dell´Atrio a Mosaico e alle Terme Suburbane, uno degli edifici termali meglio conservati dell´antichità, attualmente in restauro.


L´illuminazione del parco archeologico di Ercolano è un progetto realizzato con fondi propri della Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei. Illuminare ad arte una sezione degli scavi non è stata impresa facile. L´itinerario notturno è stato possibile grazie ai lavori di messa a norma dell´impianto elettrico che sono solo una parte dell´opera di risanamento che interessa tutta l´area, realizzata nell´ambito del progetto dell´Herculaneum Conservation, finanziato dal Packard Humanities Institute e attuato dalla British School at Rome, assieme alla Soprintendenza. «Si potenzia e valorizza un patrimonio nazionale inimitabile, e un attrattore turistico essenziale per lo sviluppo della città», dice il sindaco, Nino Daniele. Sotto i riflettori le decorazioni più preziose e i volumi tridimensionali degli edifici romani. Al percorso luminoso seguirà uno spettacolo di Domenico Corrado. L´impianto è stato progettato da Alessandro Grassia (che di recente ha illuminato la Casa di Augusto sul Palatino) e da Alessandro Sellitto, con la collaborazione di Maria Emma Pirozzi.

 http://napoli.repubblica.it/

Il tuo carrello
Non ci sono articoli nel tuo carrello

Copyright © 2019 Tappeto Volante S.r.l. | P.IVA 04994980656 | Designed by Kreisa