Locandina
Scarica la locandina

Presentazione

L’EBREO
di
Gianni Clementi
con
Ornella Muti 

e con

Duccio Camerini  e Mimmo Mancini 

regia
Enrico Maria Lamanna

Negli anni ’40, con l’entrata in vigore delle leggi sulla discriminazione razziale, emanate dal regime fascista, molti ebrei, presagendo un destino incerto, avevano pensato di mettere al riparo i loro beni, da presumibili espropri, intestando le loro proprietà a prestanome fidati di razza ariana. Marcello Consalvi, al tempo oscuro ragioniere, è stato uno dei fortunati beneficiari. Il suo Padrone gli ha intestato tutte le proprietà. E’ ricco e vive con la moglie Immacolata nello splendido appartamento borghese del Padrone nel ghetto ebreo di Roma. La vita borghese della coppia è improvvisamente sconvolta dal ritorno, dopo 13 anni, del vecchio proprietario, che bussa alla loro porta. I due decidono di chiudersi in casa e non aprire. Devono prendere tempo e pensare a una soluzione per non perdere tutto e tornare di nuovo all’ormai dimenticata vita grama. Passano i giorni. Il vecchio continua a bussare al portone. I due coniugi sono sull’orlo del collasso nervoso, quando Immacolata decide che l’unico modo per porre fine all’incubo è eliminare il vecchio ebreo. E infatti Marcello lo colpisce alla testa e lo uccide. I due nascondo il corpo in un tappeto, ma mentre lo fanno, di nuovo dei colpi alla porta. Il vecchio è la’ fuori che bussa. Lo devono uccidere a tutti i costi. E si apprestano a farlo, nonostante la silhouette sulla porta appartenga indiscutibilmente a una donna. E’ la loro figlia. Elena, che torna dal viaggio di nozze. Ma ormai chiunque bussa a quel portone, per Marcello e Immacolata, è il vecchio. E’ questa la loro vera condanna.

 

DISTRIBUZIONE ESCLUSIVA A CURA DI: LO STUDIO MARTINI s.r.l.

tel: 06 93934680   cell: 333 6362 646

Stampa
Segnala la pagina

Partners
Mithosgroup

Copyright © 2017 Nuovo Tappeto Volante S.r.l.s. | P.IVA 0 5477120652 | Designed by Kreisa